News, eventi e Proposte

Auditorium S. Antonio

Aud


Complesso di Sant’Antonio


Il Complesso dell’edificio S. Antonio risulta dall’ampliamento della chiesa dei padri Domenicani la cui presenza risale al XIII secolo. Tale ampliamento inizia nel 1457 e nel 1504 la chiesa viene consacrata e dedicata a Sant’Antonio Abate.
Come molte chiese del tempo essa ha forma rettangolare con l’abside rivolto a est e la navata col soffitto a volte a crociera, realizzate e completate nel Seicento.
L’importante ciclo di affreschi è da attribuirsi agli anni tra il XIV ed il XV secolo.
Nel tempo si ha notizia di grandi lavori di restauro nel 1723.
Ad oggi la chiesa sconsacrata è stata trasformata in un elegante e prestigioso auditorium che ospita eventi musicali e teatrali, convegni e presentazioni.
A lato della chiesa, l’edificio del convento si articola tuttora attorno a due suggestivi chiostri porticati di notevole dimensione, fra i più grandi del nord Italia.
Il chiostro nord, definito anche chiostro nobile, ha un portico rettangolare, ad archi a tutto sesto ribassato, sostenuti da colonne di marmo. Sui lati sud ed est sono state recuperate le finestrelle che corrispondono alle celle dei frati. Il chiostro nord è affrescato con opere risalenti al Cinquecento e Seicento, pare dalla stessa scuola di pittori che hanno realizzato gli affreschi dell’Orlando Furioso a Palazzo Besta di Teglio.
Il chiostro sud è stato costruito intorno al 1514 e i lavori di restauro dello stesso sono in corso di ultimazione. Anch’esso è ricco di decorazioni in parte ancora celate.
Nel 1798 nel corso del Governo Napoleonico il convento viene soppresso ed i suoi beni secolarizzarti.
La sala capitolare, che si affaccia sul corridoio ad est del chiostro nobile, è un ampio locale che aveva la funzione di sala per le riunioni dei frati, dette appunto “capitolo” da qui il nome.
Il refettorio, adesso sala “Boffi” grazie al restauro operato in memoria del Sig. Alberto Boffi, nel Seicento viene ridotto di ampiezza con la realizzazione di una parete che genera un’anticamera. Questo intervento si evince se ci si ferma ad ammirare gli affreschi sulla parete nord che risalgono alla fine del secolo XV e al Settecento.

Scarica la scheda tecnica della struttura

Scarica il modello di richiesta utilizzo della struttura (previa verifica della disponibilità della data presso il Consorzio Turistico Porte di Valtellina - Tel. 0342 601140)

Scarica le tariffe 

Associazioni

Le immagini più belle

PRODOTTI TIPICI
ARTE E MESTIERI
FAUNA
 

  • 1

Passi Alpini

  • Forcola:aperto
  • Foscagno:aperto
  • Maloja:aperto
  • San Marco:aperto
  • Spluga:aperto
  • Stelvio:aperto
  • Tonale:aperto

Newsletter

Contatti

Consorzio Turistico Porte di Valtellina
Piazza Bossi 7/8, 23017 Morbegno, SO
  +39 0342 601140
  info@portedivaltellina.it

P.IVA 00795380146

Orari di apertura:
lun-ven 9.00 - 12.30 14.00 - 18.10
sab 09.00 - 12.30

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy